prova calendario

mercoledì 2 novembre 2016

DUOPOLIO IN FACIOLADA!

NONA GIORNATA CAMPIONATO

Tastic e Bulls vincono ancora. Il V.M. controsorpassa il Pollame. Black out Fernandello.

Cascio Bulls e Teamtastic continuano la loro corsa spedita allungando sulle inseguitrici. Dopo il primo quarto di campionato già la classifica ci indica molte cose.

Casciolandia non si ferma più. La giostra del divertimento firmata Bulls arriva al settimo "giro" consecutivo questa volta in casa del fanalino di coda Steelers, passeggiando 0-3 sulle macerie del povero team di Berardo. Cascio e Fefo gongolano, dopo aver sofferto ma portato a casa 3 punti pesanti senza brillare contro il V.M. la squadra è tornata a divertirsi e a fare gol. Dalla cintola in su è la squadra che fa divertire di più e la più prolifica del torneo...un avviso al campionato, va bene giocare e divertirsi ma occhio che i Bulls fanno sul serio! Sugli Steelers per questa volta ci asterremo dai commenti, saremmo ripetitivi e poco loquaci per una gara in cui, va bene la forza dell avversario, ma non è proprio sceso in campo!

Più aperta, almeno sulla carta, la gara dell altra capolista, il Tastic che in casa batte 2-1 il Mollo team. In realtà il risultato ci dice una mezza bugia, col Tastic più volte vicino al terzo gol e col Mollo che ne fa uno e pure fortunoso. Se la capolista Bulls fa divertire, il Tastic spaventa nella sua solidità! Il team Cevoli è quasi sempre perfetto in ogni reparto, una vera e propria cooperativa specializzata nel colpire e lasciare poco, pochissimo all avversario. E pensare che a questa squadra mancano anche due terminali offensivi come Berardi e Milik! Il Mollo team invece è ancora fermo in un loop temporale che non la fa crescere. Come un orologio fermo la squadra di Diggia non va ne avanti ne indietro, e le ambizioni di inizio anno erano altre. Per crescere e diventare grandi serve tempo ed esperienze, ha volte la ferrea volontà non basta..."voglio diventare grande" come nel film di Pozzetto non funziona nella realtà!

Uno dei match di cartello di giornata va di scena al "Francesco Brenna". Non ci sono capoliste in questa gara ma le prime due inseguitrici del duo di testa oltre a tanti trofei in campo. Vecchie Maniere- Re del pollame che vale il momentaneo terzo posto finisce 2-1. Tra sorpassi e controsorpassi in questo periodo, per la felicità delle capoliste che scappano, è la banda Brenna a vincere lo scontro diretto grazie ai gol delle sue punte. A poco è servito l acuto di Higuain per i Rossoblu che non hanno giocato, Lulic a parte, una gran partita. Gli oronero sono scesi in campo più convinti e vogliosi di portarsi a casa il risultato meritando di vincere. Tirando le somme il Vecchie Maniere sta sfruttando il buon momento di alcuni suoi calciatori importanti, ma che alla lunga potrebbero pagare in stanchezza, il Re del pollame invece si regge su delle individualità sporadiche, ma nel complesso non appare la corazzate degli scorsi anni. In conclusione attualmente non sembra che né l una né l altra inseguitrice possa intromettersi in un discorso Trifaciolo.

C è la "Terra di mezzo" da conquistare all' "Hammers Park"! La squadra di Ziccolella e D.L. ospita il Fernandello appaiati in classifica al quinto posto. Le premesse per un bel match aperto c erano tutte alla vigilia, e invece in campo scende solo l Hammers che vince per 2-0. Il Fernandello privo del trascinatore Dybala, non è mai pericoloso, se non in una occasione con Zapata, e cade sotto i colpi dei Martelli di Thereau e Benassi. L Hammers conquista così in scioltezza il quinto posto in classifica, li dove uno può solo cercare di capire se, dopo un quarto di campionato, è più conveniente guardarsi dietro o guardare avanti. Non abbiamo molti dubbi, visto le ambizioni della Società, l Hammers proverà a scalare ancora posizioni da qui alla fine, ma se alla fine ci si fermerà li, non sarà considerato un fallimento visto le potenzialità della squadra, in fin dei conti...la "Terra di mezzo" per noi significa Europa!

Che gli Steelers ci salvino! Alla "Diez Arena" il motto è univoco tra Equipo e Dream. In un mare "azzurro" e "non", di malumore finisce 1-1. Al gol di Falcinelli per i campioni di Faciolada, risponde Kalinic (e chi sennò) e la partita è tutta qui, troppa la paura di perdere piuttosto della voglia di vincere e le gambe si bloccano. Dall Equipo in casa ci si aspettava qualcosa in più ma il Dream finalmente in 11 uomini riesce a spartirsi un punticino che fa classifica, poca per entrambi, visto l ennesima caduta degli Steelers. Il vantaggio sull ultima però è minimo e i tifosi di tutte e due le squadre continuano ad essere preoccupati, aspettano ancora una scintilla, un qualcosa che possa permettere di cambiare marcia, specialmente per chi ha un Trifaciolo da onorare. Gli Steelers stanno concedendo ancora tempo per non entrare nell incubo...ma siamo ad Halloween e per questa volta avere paura è più che lecito a patto di togliersi poi la maschera e non incappare in qualche "scherzetto" fuori stagione!

1 commento:

  1. Non sono d'accordo con te con i commenti su alcune partite.

    RispondiElimina